LA CITTA’ DEGLI ORTI

Il progetto della Cibic & Partners, presentato al Saie Spring 2008 di Bologna, rappresenta una realtà in cui il tempo è scandito dai ritmi della natura affrontando il tema del villaggio “sostenibile” per i materiali, i prodotti, i consumi e soprattutto per permettere agli amanti della natura, famiglia o single che siano, di vivere da vicino le stagioni e i loro frutti, riappropriandosi così del tempo biologico naturale. Il concept prevede un insediamento all’interno di un’area verde di circa 900 mq pensata come polo sociale ed abitativo.

Cibic & Partners in collaborazione con Europlan, azienda che attraverso l’utilizzo del legno e di tutte le sue caratteristiche naturali vuole assecondare la voglia di natura senza rinunciare al comfort, ha previsto la realizzazione di due unità abitative, tre “tende”per un soggiorno alternativo, una palafitta – pensatoio, una serra, due orti per la coltivazione di frutta e verdura.

La prima unità abitativa, destinata ad un nucleo familiare, prevede un’ampia zona dove poter condividere il pranzo all’aperto. Tutte le finestre aprendosi verso il verde, sottolineano il legame con la natura e diventano punti di vista privilegiati.

La “palafitta pensatoio”, è costituita da un unico vano in grado di escludersi dall’ambiente circostante per garantire una privacy totale. The Tepees forniscono una risposta di raffinata economia ed ecologia agli utenti più aperti alla sperimentazione.

La serra è stata pensata come un luogo dove poter ritrovare il tempo e lo spazio per attività singole o collettive. L’orto, infine, permette di vivere da vicino le stagioni ed i loro frutti.

Grande attenzione è stata rivolta all’individuazione di materiali e soluzioni tecnologicamente avanzate e a basso impatto ambientale come i pannelli fotovoltaici, i pannelli radianti all’interno dei locali, i tetti con copertura a “verde”.

Oltre all’aspetto riguardante la  sicurezza antieffrazione, che rende di fatto superflua l’applicazione di inferriate o tapparelle blindate, altre caratteristiche hanno reso il materiale acciaio prediletto anche nell’ambito delle abitazioni private: la robustezza del materiale garantisce infatti una perfetta ed inalterata funzionalità nel tempo, con una manutenzione quasi assente. Gli eccezionali valori di isolamento termico -  e conseguente isolamento acustico – offrono inoltre un apprezzato risparmio energetico. L’assenza di angoli taglienti, infine, lo rende sicuro contro gli incidenti domestici, particolarmente in presenza di bambini.

Un progetto che permette di entrare in contatto con la natura in punta di piedi senza stravolgerla. Uno splendido esempio di convivenza fra natura e tecnologia affinchè il progetto della Cibic & Partners non sia solamente utopistico, o futuribile, ma assolutamente attuale.

Alice Acoleo

Acciaio Arte Architettura N.34 – Giugno 2008

Tags: ,