PERFETTA TENUTA MECCANICA, GRANDI QUALITÀ ESTETICHE

Dall’esterno è visibile una grande superficie vetrata che valorizza il contesto preesistente. Un disegno semplice e lineare, una composizione equilibrata e precisa.

Lo spazio è scandito da regolari e ampie campiture. La facciata è costituita  da otto grandi moduli di uguale dimensione in vetro incorniciati da sottili linee d’acciaio verniciato bianco opaco, più un modulo centrale d’ingresso.

La purezza del disegno alleggerisce idealmente un sistema meccanico raffinato atto a regolare la quantità di luce e il ricambio d’aria,risultato di un’attenta e controllata progettazione.

Prima delle esigenze tecniche e architettoniche, si è partiti dal concetto base che la nuova sede doveva  rappresentare trasparenza e solidità come filosofia aziendale.

L’interno risponde all’esigenza di ricreare la stessa qualità di vita del tempo libero sul posto di lavoro. Ciò si è potuto ottenere attraverso un sistema di climatizzazione e di ventilazione naturale open space.

Dal punto di vista realizzativo la società ha imposto al costruttore il sistema veloce ed economico di montaggio in cantiere da essa stessa progettato.Alla fine dei lavori la ditta realizzatrice ha apprezzato questo sistema al punto che esso è stato inserito nell’offerta ai propri clienti. Le cellule frontali della facciata sono state ancorate direttamente in opera attraverso cardini di sostegno alle travi verticali portanti di una struttura spaziale tridimensionale.Tale struttura è costituita da travi e pilastri in ferro e da un’ossatura portante in acciaio dalle dimensioni di 10 x 8,40 x 6 metri in profondità.

Gli elementi vetrati sulla copertura sono fissati tramite viti fissate su un canale d’avvitamento. L’involucro d’insieme,una struttura completamente in vetro e scheletro metallico,contiene una parte della cubatura di ampliamento del preesistente capannone.

La facciata rappresenta la principale fonte di luce della nuova sede degli uffici aziendali. Il sistema è stato dotato successivamente di tende a lamelle orizzontali poste sulla facciata e di teli avvolgibili a rullo esterni fissati sulla copertura per un ottimale controllo termico facilmente calibrabile a seconda delle esigenze e delle condizioni metereologiche. Il tutto viene gestito da una centrale domotica.

La  facciata appare fissa: non sono visibili sostegni,cerniere,meccanismi di movimentazione, aste né maniglie di apertura.

Tutte le otto cellule di facciata sono apribili verso l’esterno.

Le aperture a sporgere dei grandi moduli di facciata sono motorizzate elettricamente. In questo modo viene garantito il ricircolo completo dell’aria,rispettando la normativa comunale sulla ventilazione degli ambienti.In brevissimo tempo è garantito un ricambio d’aria di 1800 metri cubi.

Ogni elemento apribile della facciata pesa ben 7.5 quintali,alloggiando un vetro camera di 5+5/15argon/5+5 trasparente e basso emissivo e incorniciato in un telaio di acciaio munito di guarnizioni al silicone.

Il fissaggio degli elementi vetrati del tetto ha sorpreso e soddisfatto pienamente il costruttore per la velocità, l’economicità e la semplicità di esecuzione che non necessitava di manodopera particolarmente specializzata.

Ilaria Nurchi

Acciaio Arte Architettura N.33 – Marzo 2008

Tags: