IL NUOVO SHOWROOM GAS

L’intervento di ristrutturazione interna della sede centrale di Gas Jeans a Chiuppano (VI) non costituisce solamente un progetto teso a migliorare la funzionalità dell’azienda bensì rappresenta l’attuale trasformazione della fabbrica veneta da produttiva a direzionale.

Nasce così la necessità di ripensare gli spazi interni e di liberare tutti i locali esistenti da pareti o divisioni non strutturali; si portano quindi le nuove funzioni all’interno della fabbrica che diventa non più produttiva bensì spazio di vendita e di comunicazione, in linea con il nuovo percorso commerciale e con il marchio Gas.

E’ con queste premesse che i progettisti dello Studio C+ partners hanno reinventato gli spazi e le funzioni collocando lo showroom al centro della fabbrica, spostandolo dall’ultimo piano dov’era relegato.

Lo spazio showroom diventa il fulcro dell’azienda: tre grandi cubi luminosi, ognuno una sorta di negozio trasparente, si affacciano sulla grande piazza-mercato dove ci si incontra, si vende, si parla.

IL PROGETTO:

Il punto di partenza era realizzare delle pareti autoportanti idonee ad ospitare veri e propri “negozi” interni autonomi destinati a spazio vendita e di rappresentanza; i progettisti, in collaborazione con Visplay (gruppo Vitra), hanno ideato un sistema composto da un giunto in acciaio con la funzione di nodo strutturale per pareti o schermi di parete su elementi autoportanti, per realizzazioni non solo relative a spazi di merchandising ma anche di natura diversa.

Divisori, schermi, separazioni, cabine, volumi autoportanti sono infatti facilmente realizzabili per qualsiasi funzione e destinazione e, opportunamente calcolati, possono anche raggiungere grandi dimensioni.

Questo sistema ha permesso anche di allestire internamente ed esternamente tutte le pareti, in questo caso in plexiglas, attrezzate in modo di supportare peso e attrezzature diverse. L’illuminazione a leds, cromaticamente variabile, contribuisce ad esaltare l’effetto scenografico dei cubi.

L’attacco a terra è concepito con un profilo metallico atto a contenere sia le lastre in plexiglas sia l’illuminazione ed è predisposto per supportare tutte le differenze di quota del pavimento.

Il nodo strutturale in acciaio ideato dallo Studio C+ partners ha modificato l’esistente sistema di produzione: l’attuale applicazione del prodotto prevede l’installazione del meccanismo solo a parete in modo monodirezionale e con la sola funzione di supporto per mensole e accessori. Il nuovo sistema, dalla grande flessibilità espositiva e dall’eccellente risultato strutturale ed estetico, è particolarmente adatto per qualsiasi destinazione d’uso.

Marzia Urettini

Acciaio Arte Architettura N. 30

Tags: , , , , , ,