Il nuovo concept per il serramento in acciaio

Un nuovo concept per la realizzazione dei serramenti, dove l’acciaio con le sue straordinarie caratteristiche è l’unico protagonista.

Video di presentazione

Il serramento, realizzato con robusti profili in acciaio di 2mm di spessore, è munito di un sistema di autoventilazione che opera ad infisso serrato, potenziandone notevolmente l’isolamento termo-acustico. Grazie all’insuperabile tenuta nel tempo del materiale acciaio, è possibile raggiungere elevati livelli di sicurezza antieffrazione – come la Classe 5, la più alta in serramentistica – , protezione ermetica antiallagamento e le migliori prestazioni ottenibili per tenuta all’aria e al carico del vento.
L’acciaio costituisce il cuore del serramento, fatto di robusti profili tubolari dalla straordinaria esilità, ma la finitura superficiale delle facce interna ed esterna può essere realizzata successivamente con qualsiasi altro materiale rivestendole in maniera semplice ed economica. Oltre alla verniciatura in qualsiasi colorazione Ral e alla tanto amata satinatura dell’acciaio inox, l’acciaio è infatti ideale quando accoppiato con qualsiasi altro materiale, come le essenze di legno massello ad esempio, oppure il corean, il bronzo, il corten oppure l’ottone.
Il serramento in acciaio diviene così una scocca, un robusto scheletro che determina nel tempo inalterata funzionalità meccanica e immutate prestazioni. Ma come un manichino – al quale si può fare il “cambio d’abito” in caso di mutate esigenze estetiche da parte della committenza, oppure nel caso di variazione di destinazione d’uso dell’edificio, o a fronte di qualsiasi evenienza che comporti la sostituzione della finitura – permette una personalizzazione ed una libertà nella realizzazione degli infissi mai viste prima.

Nella fase iniziale di costruzione di un edificio, l’applicazione di questo sistema di costruzione, con profili in acciaio che divengono così un falso telaio in cantiere, comporta dei notevoli vantaggi tanto all’architetto e al cliente finale, quanto all’impresario e al serramentista. Sintetizzando:

Per l’architetto/per il cliente finale:
- libertà nella personalizzazione del serramento con la finitura che più si addice agli interni della casa (anche se all’esterno, per questioni di vincoli particolari, ci dovesse essere la necessità di una finitura ben precisa);
- per interventi di restauro, nessun problema per l’accettazione del materiale in vista all’esterno;
- manutenzione semplice ed economica dopo decenni di utilizzo o per mutate esigenze estetiche;
- fin dall’inizio dei lavori, possibilità di testare la tenuta all’aria, all’acqua e ai vari agenti atmosferici dei serramenti, con l’opportunità di intervenire in caso di infiltrazioni durante i lavori, e non dopo che il cliente ha preso possesso dell’abitazione come spesso accade;
- infinita composizione di materiali e colorazioni per le finiture, che si possono scegliere anche al termine dei lavori, dopo che sono stati posati i pavimenti o altri elementi che esteticamente caratterizzano l’ambiente.

Per il serramentista:
- il serramento già funge da falso telaio;
- il serramento è economico e pratico durante la lavorazione in officina perché non richiede ancora un lavoro accurato di finitura;
- vi è il montaggio di ferramenta da cantiere in maniera pratica e veloce;
- il taglio e la costruzione dei telai è possibile in misure standard;
- si eliminano i siliconi per le sigillature;
- la fatturazione e la riscossione di buona parte del costo degli infissi avviene ad inizio lavori, e non a chiusura del cantiere.

Per l’impresario:
- il serramento è economico e pratico anche durante il trasporto, perché non ha bisogno di particolari cure essendo al grezzo;
- il falso telaio funge già da vero e proprio serramento, ma non ha problemi durante i lavori in cantiere perché è soltanto lo scheletro in acciaio, che sarà poi rivestito e rifinito al termine dei lavori;
- si applica della ferramenta da cantiere (catenacci e simili), che mi permette di usufruire dei serramenti senza aver paura di rovinarli;
- vi è la possibilità di lavorare all’interno dell’edificio in tutte le stagioni (ricordiamoci i fermi di cantiere invernali);
- si ha la possibilità di applicare e attivare il sistema d’allarme già al grezzo dell’edificio, lavorando così in condizioni di maggior sicurezza;
- si ha la possibilità di attuare un sistema di riscaldamento industriale per l’asciugatura di muri, solai etc..;
- c’è anche la possibilità di avere delle agevolazioni economiche per l’assicurazione del cantiere.

5
Acciaio Arte Architettura Online