Stile libero

Location: Breganze, Vicenza
Designer: Studio Architetto Franco Gatto, Sandrigo, VI
Project: Ristrutturazione da magazzino a villa-atélier
Serramentista: Allutek di Nicoli Gianfranco
Profili per serramenti: Palladio Spa
Foto: Paolo Belvedere
Un elegante edificio si adagia sul dolce pendio delle colline di Breganze, in provincia di Vicenza, territorio ricco di ville signorili, chiese, edifici medievali, vigneti.

L’architettura di questa abitazione mescola elegantemente elementi tradizionali ad elementi contemporanei articolandosi in più volumi stilisticamente e volutamente diversificati: un corpo centrale oggetto di ristrutturazione ed un avancorpo ricostruito ex-novo sul sedime di superfetazioni demolite.
Il corpo centrale ha mantenuto l’originaria distribuzione degli spazi, razionale e simmetrica, ma al contempo è interpretato e caratterizzato dalla personalità innovativa di chi lo vive: le finiture, i dettagli, gli arredi, le varianti stilistiche, l’abbinamento dei materiali e l’accostamento dei colori.
Dalle molteplici e ampie vetrate realizzate si percepisce una continua tensione verso l’esterno, la volontà di dialogo con le colline e i dolci declivi circostanti, con gli spazi aperti e con il giardino di proprietà della casa dove si coltivano varie essenze arboree: ulivi, corbezzoli, arbusti fioriti .
La luce, elemento fondamentale in questo progetto, penetra copiosa ovunque: nella moderna mansarda con la copertura di travi in acciaio bianche dove un lungo lucernario illumina il grande ambiente di 70 metri quadrati, nella zona giorno, dove è stata aperta una parte in vetro e acciaio sul soffitto, ma è soprattutto un’enorme vetrata scorrevole a fare da filtro tra il sottostante portico cucina, vero cuore pulsante tra tutti gli ambienti, realizzata con profili per serramenti in acciaio che ricordano i vecchi “ferro finestra” degli opifici inglesi ottocenteschi.
Gli arredi sono originali, i dettagli non casuali, come l’enorme libreria a parete che ingegnosamente nasconde e conduce ad altri ambienti della casa oppure il vecchio bancone da falegname ri-adattato, il focolare in ferro che mediante due ante a scomparsa divide la cucina e la zona living.
Ogni ambiente e caratterizzato da un sapiente ed armonioso mix di colori diversi e materiali naturali come l’acciaio per i serramenti, il legno per le travi di alcuni soffitti e per le tavole dei pavimenti, pietra e sassi.

Marzia Urettini
Acciaio Arte Architettura 43