Pensare in grande su scala piccola

Location: Chicago, Illinois, USA
Designer: Perimeter Architects, Architect John Issa
Project: Yao Residence and Issa Residence
Committenti: privati
Periodo di realizzazione: 2009 (Issa Residence) and 2010 (Yao Residence)
Ingegnere strutturista: Louis Shell Structures (Yao Residence)
Impresa di costruzione principale: Tuscany Builders, Chicago, Illinois, USA
Documentazione fotografica: Perimeter Architects, Ana Miyares
Due esempi di architetture resisdenziali che di piccolo presentano solo la scala di realizzo.

La cura e la perizia dimostrate nel risolvere problemi tecnici e di organizzazione degli spazi tovano riconoscimento nel premio AIA (American Institue of Architects) 2011 – Small Project Awards che ha premiato entrambe le realizzazioni.
La collocazione delle due dimore è a Chicago, nell’immediata cerchia prossima al centro città.
Il progetto per “Yao House” parte dalla ridefinizione di un edificio esistene collocato a pochi metri dalla linea della metropolitana di superficie (CTA) di Chicago. Il primo problema era quello di isolare acusticamente l’edificio, in considerazione dell’alta rumorosità causata dalla presenza così ravvicinata della linea metropolitana. L’edificio è stato avvolto (in corrispondenza del muro ad ovest e nella parte di copertura) da un cappotto tecnico metallico con al suo interno un componente ad alto isolamento sia termico che acustico, una sorta di coriacea armatura, limitando numero ed estensione delle aperture. In effetti qui la luce principale proviene essenzialmente dai lucernari in copertura, questo anche per proteggere gli spazi domestici dallo sguardo dei passeggeri in sosta sulla piattaforma di attesa, collocata in posizione sopraelevata.
Ne deriva, osservando i prospetti e la sezione, la definizione di un modello quasi iconico di casa, semplice ed immediatamente riconoscibile dall’esterno; gli interni risultano protetti ed aperti verso gli angoli più verdi e tranquilli: il giardino-terrazzo sul retro e la zona d’ingresso.
“Issa Residence” è un progetto che presenta un condensato di funzioni: residenza, studio di un architetto e studio di un fotografo, spazio di parcheggio autovettura, giardino, portico, il tutto armoniosamente combinato assieme. Questo aggregato di funzioni è ospitato in un edificio costruito su un lotto dalle dimensioni contenute (circa 170 mq), superficie minima se si considera lo standard di 300mq dei lotti residenziali in Chicago; in più la forma particolare: triangolare. Tutti presupposti di complessità e di inevitabili anomalie e possibili limitazioni che hanno invece spinto all’estremo la ricerca di soluzioni da parte dei progettisti. La nuova costruzione si stacca dall’immagine residenziale delle case limitrofe; in effetti risulta collocata in un punto di cerniera tra la parte del quartiere con vacazione prettamente commerciale e quella prevalentemente residenziale. L’articolazione degli spazi interni permette alle varie funzioni di coesistere armoniosamente, consentendo agli abitanti di vivere e lavorare in autonomia ed indipendenza di percorsi ed accessi.

Marina Cescon
Acciaio Arte Architettura 50