Le sfide del nuovo faro

Location: Ferrol, Galicia, España
Designer: Díaz y Díaz Arquitectos [Lucas Díaz Sierra, Gustavo Díaz García] Antonio Desmonts Sierra
Project: Building of Control CCS of the Outer Harbour of Ferrol in colaboration with Antonio Desmonts Sierra.
Data: 2010
Cliente: Port Authority of Ferrol – San Cibrao
Fotografie: Eloy Taboada
Si apre “a martello” sul molo di Ria de Ares lo splendido porto di Ferrol, in Spagna.

Un contenitore trasparente e luminoso che grazie anche alle doppie facciate, funge da faro al porto. Un punto di riferimento dal quale, grazie alla posizione ed alla vista previlegiata, è possibile svolgere funzione di sorveglianza.
La prima sfida per questo imponente progetto è stata proprio il contesto paesaggistico nel quale è immerso, sfida alla quale i progettisti hanno risposto utilizzando un repertorio formale di volumi puri che integrati alla geometria del un bacino, riprendendo le forme tipiche dell’architettura navale.
Un struttura divisa verticalmente in cinque livelli, in cui le attività logistiche si svolgono al primo e secondo piano, mentre il piano terra è riservato ad accesso, impianti e magazzini, ed il terzo è una grande terrazza che offre una vista riparata alle attività portuali.
Gli obiettivi perseguiti dallo studio spagnolo Díaz y Díaz Arquitectos erano diversi.
Vi era la sfida di una nuova concezione dello spazio, versatile al punto d’essere adattabile ai cambiamenti anche futuri e realizzata grazie ad una comunicazione verticale degli ambienti concentrati nello spazio centrale dell’edificio.

C’era l’esigenza di una costruzione intelligente ed efficiente, con standard elevati in termini di resistenza strutturale, fondamentali considerata la forte spinta prodotta dal vento in una zona così esposta e la necessità di materiali costruttivi adatti a far fronte all’alta salinità dell’ambiente che avrebbe potuto comportarne un degrado precoce. Esigenza risolta grazie all’utilizzo di carpenteria in acciaio alla quale sono stati associati doppi vetri di sicurezza, garantendo così un’ottima permeabilità all’acqua, all’aria ed al contempo un efficiente isolamento termico.

Chiara Centineo
Acciaio Arte Architettura 53