Villa Zaguri

Location: Limena (PD)
Designer: Ing. Fabio Zecchin
Project: Villa Zaguri
Serramenti: Maffei Costruzioni Metalliche, Ariano Polesine (RO)
Vetrate: Magon Vetro, Lendinara (RO)
Profili per serramenti in acciaio: Palladio Spa, TV
Villa Zaguri è uno splendido complesso monumentale cinquecentesco situato nel quartiere urbano di Altichiero, alle porte di Padova.

Un tempo la Villa era luogo di villeggiatura della famiglia patrizia Zaguri, famosi “uomini d’arme e di lettere” della Serenissima. La data esatta di costruzione della Villa è tuttora incerta, ma secondo i primi documenti catastali disponibili è databile intorno alla seconda metà del 1500.  Dagli inizi degli anni ‘90 la Villa è di proprietà privata. La pianta della Villa segue una struttura tipicamente cinquecentesca, con un corpo centrale a tre piani ai lati del quale si snodano due ali simmetriche di poco posteriori per costruzione e, a fianco, sorge la Barchessa.

La facciata posteriore della Villa, un tempo entrata principale, è adornata da un portale archivoltato ed è orientata verso il fiume Brenta, mentre la facciata anteriore si affaccia sull’ampio giardino, la campagna veneta e la grande viabilità. Grazie al recente restauro, tutte le sale sono state progettate come spazi polifunzionali, dotati delle più moderne infrastrutture ed attrezzature. La Barchessa, in funzione dei numerosi eventi qui organizzati (feste, matrimoni, ricevimenti, meeting) è stata dotata di nuovi serramenti in acciaio che vanno a chiudere le arcate cinquecentesche recuperando gli spazi interni del corpo secondario della villa. Il disegno e la ripartitura del blocco dei serramenti recupera la geometria della serie di archi, ad esempio inserendo l’elemento traversale del telaio del serramento lungo la linea corrispondente al piano di imposta degli archi , a dividere così il sopraluce calandrato dalle parti apribili e fisse sottostanti.

L’impiego di profili in acciaio, caratterizzati da una finitura brunita, ha facilitato l’inserimento del nuovo serramento nel contesto storico, dichiarandone al contempo la contemporaneità dell’intervento. La sezione in vista del serramento è contenuta, fatta eccezione per le sole sezioni in cui sono state inserite  porte anti-panico, punti in cui la sezione del profilo doveva essere necessariamente più marcata per la necessità tecnica di alloggiare i maniglioni e la ferramenta di chiusura delle speciali porte. Le vetrate utilizzate sono antisfondamento, ideali per garantire la massima sicurezza antieffrazione.

Di Alice Acoleo e Giulia Sartor


Acciaio Arte Architettura 54