wHole

Designer: Aldo Parisotto+Massimo Formenton con Simonetta Moretto per .9 gioielli e Daniele Mingardo per la realizzazione degli espositori-custodie in metallo
Project: DESIGNER│FABER - Il designer incontra l’artigiano: wHole , Milano Design Week 9-14 Aprile 2013
Fotografie: su gentile concessione dello studio Aldo Parisotto+Massimo Formenton e Simonetta Moretto
Il termine gioiello porta intrinsecamente in sé il concetto di preziosità unito a quello di ornamento, di esibizione della “gioia”.

La sottile domanda posta dal lavoro dei designers Aldo Parisotto e Massimo Formenton con Simonetta Moretto, ovvero se possa esistere una preziosità nascosta, lontana dall’esibizionismo e più vicina all’essenza di cosa sia per noi realmente “prezioso”, porta ad una chiara risposta: sì, o meglio “wHole” dal titolo del loro progetto.
“wHole” condensa all’interno del proprio nome la duplicità dell’elemento: whole = unico, intero + hole = foro. In un delicato esercizio di ideazione, filosofia sottesa al progetto e complessità realizzativa ( ne sono a testimonianza la maniacale levigatezza delle superfici metalliche smaltate, la finitura netta degli spigoli, i dettagli nascosti degli agganci e la progettazione della riflessione della luce) “wHole” si presenta come gioiello “introverso”, disegnato per non ostentare, in sintonia con la raffinata ricerca che caratterizza le architetture ed i progetti di design dello studio Parisotto+Formenton , la sensibilità della designer di gioielli Simonetta Moretto e le capacità tecnico-realizzative nel settore dei metalli di Daniele Mingardo. Non é solo un gioiello per la persona che lo indossa, ma anche elemento prezioso per la casa, per lo spazio che va ad arricchire.
Il progetto nasce in occasione del Milano Design Week 2013, in cui lo studio di architettura Parisotto+Formenton ha presentato Designer│Faber, un evento che ha testimoniato il felice incontro fra design e artigianato attraverso l’esposizione di oggetti inediti a tiratura limitata.
“wHole” si compone di due elementi complementari: i gioielli – anelli e bracciali in argento, pietre preziose e smalti colorati – ed i contenitori in metallo smaltato bianco, proposti nelle tre forme pure del quadrato, del cerchio e del cubo e destinati alla decorazione della casa. Le custodie metalliche hanno il retro smaltato in cinque varianti di colore. Una volta appesi a parete o posizionati liberi su un piano, segnalano garbatamente la loro presenza con una sfumatura di colore, creata naturalmente dalla riflessione della luce. Il messaggio scelto, corrispondente al colore fra i cinque della gamma cromatica, oppure la dedica vengono incisi dalla jewel designer Simonetta Moretto sulla parte nascosta dell’elemento, rimanendo così scolpiti nel metallo, come un segreto prezioso da custodire, non lontano poi dalla preziosità e sacralità di quel nome inciso nella fede nuziale. Il gioiello abbinato è realizzato a mano, su misura per la persona a cui è destinato. L’anello od il bracciale si estrae per essere indossato oppure si riposiziona nel suo contenitore-scrigno dove scompare, ricomponendo il privato equilibrio tra persona, affetti e spazio della casa.

Marina Cescon
Acciaio Arte Architettura 55