Patmos Suites

Location: Lignano Sabbiadoro (UD)
Designer: Arch. Sergio Conte, Campodarsego, Pd. Arch. Mauro Rossetto, Marano Lagunare, Udine
Project: Patmos Suites
Direzione lavori: Arch. Sergio Conte e Arch. Mauro Rossetto
Collaboratori: Arch. Roberto Sarda, Riccardo Conte
Periodo di costruzione: 2012-2013
Serramentista: Piave serramenti Srl, San Polo di Piave, Treviso.
Profili per serramenti: Palladio Spa, Treviso.
Fotografo: Andrea Pancino, courtesy of Gatti Project, Treviso
Arredi: Gatti Project, Treviso.
L'edificio si presenta, nella sua semplicità compositiva e formale, come un solido composto da più elementi architettonici.

Il progetto “Patmos Suites” è nato dall’idea di creare un volume architettonico che, pur inserendosi nel tessuto urbano esistente di Lignano Sabbiadoro, riuscisse ad elevarsi in altezza per sfruttare al meglio la posizione favorevole in cui è collocato: a poche centinaia di metri dal mare ad Est, e affaccio sulla laguna a Ovest.
La predominanza del vetro e dell’acciaio consente alla luce naturale di penetrare nell’edificio, rendendolo così permeabile all’atmosfera del giorno e della notte, ed accentuando l’importanza dei coni visuali: la visuale appunto troverà massima espressione all’ultimo piano con il solarium, luogo in cui la vista si presenta come un panorama a 360 gradi sul paesaggio circostante.
L’edificio si presenta, nella sua semplicità compositiva e formale, come un solido composto da più elementi architettonici.
Il prospetto sud manifesta la successione dei sei piani in cui si articolano gli spazi abitativi. La forte orizzontalità dettata dai marcapiani di colore bianco e dai parapetti vetrati delle terrazze aggettanti si contrappone alla rigida solidità della struttura portante verticale. Il vano scale, spazio servente caratterizzato dalla fitta parete di frangisole di colore grigio scuro, è più arretrato rispetto alle terrazze degli appartamenti, e si presenta come un corpo a sé stante, a voler quasi indicare la sua funzione, di servizio agli appartamenti.
Il colore svolge un’importante ruolo a livello compositivo ma definisce anche l’utilizzo dei differenti materiali.
La pensilina di colore rosso, che regola il piccolo viale d’ingresso, si ripropone nella sua nuova leggerezza sulla copertura dell’edificio, dove si trova il solarium, come se volesse indicare l’inizio e la fine della composizione.
I serramenti sono di altissimo livello qualitativo: tutti realizzati con il sistema Tabs ® nella miglior lega di acciaio inox aisi 316, di varie tipologie: apribili e fissi, grandi alzanti scorrevoli che permettono l’accesso alle terrazze solarium. Anche gli arredi sono in linea con il progetto, funzionali cucine in acciaio inox , ampie zone living con vetrate panoramiche.

Marzia Urettini
Acciaio Arte Architettura 56