Archimbuto

Location: Venezia , 14.Mostra Internazionale di Architettura, Fundamentals, la Biennale di Venezia – Padiglione Italia Innesti
Designer: Arch. Cino Zucchi, Milano
Project: “Archimbuto” portale del Padiglione Italia della 14. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia
Realizzazione: 2014
Azienda: De Castelli Srl, Cornuda (Treviso)
Disegni: arch. Cino Zucchi, Milano
Documentazione fotografica: Federico Marin (prime due immagini), Andrea Avezzù, (Courtesy la Biennale di Venezia), Auge Editore Srl
L’architetto Cino Zucchi – curatore del Padiglione Italia per la 14. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia – ha progettato un grande portale in acciaio Cor-ten acidato per l’ingresso agli spazi espositivi, nei pressi delle seicentesche Gaggiandre sansoviniane dell’Arsenale, poco lontano dalla maestosa gru idraulica ottocentesca da poco restaurata dal MiBACT. Il portale, affettuosamente chiamato […]

L’architetto Cino Zucchi – curatore del Padiglione Italia per la 14. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia – ha progettato un grande portale in acciaio Cor-ten acidato per l’ingresso agli spazi espositivi, nei pressi delle seicentesche Gaggiandre sansoviniane dell’Arsenale, poco lontano dalla maestosa gru idraulica ottocentesca da poco restaurata dal MiBACT.
Il portale, affettuosamente chiamato “Archimbuto” per la sua particolare forma avvolgente nell’accogliere i visitatori alla mostra, valorizza le potenzialità espressive tipiche del metallo: la speciale finitura del metallo esalta lo spettro cromatico – compreso tra grigio, marrone e bluastro – tipico dell’acciaio Cor-ten.
La società realizzatrice De Castelli è del resto da decenni impegnata nella ricerca sulle possibilità espressive del metallo, sull’innovazione dei processi produttivi artigianali.
La struttura del portale ha un peso di circa 6 tonnellate ed è stata ancorata ad una platea in calcestruzzo armato. 163 pannelli compongono il portale che raggiunge un’altezza di 10 metri.
Il grande portale curvilineo del Padiglione Italia funziona da “amplificatore visivo”, introducendo i visitatori alla mostra curata dall’architetto Cino Zucchi ed intitolata “Innesti_Grafting” e che approfondisce le ripercussioni della modernità in ambito italiano, come suggerito ai Padiglioni Nazionali dal direttore della Biennale 2014 Rem Koolhaas.
La particolare forma del portale, che va ad “innestarsi” rispetto alla struttura storica retrostante, rappresenta l’effettiva concretizzazione del titolo stesso della mostra: si tratta di un “innesto” della creatività contemporanea negli antichi spazi dell’Arsenale, un elemento di connessione tra interno ed esterno, dimensione pubblica dei percorsi di visita e fruizione più appartata e riflessiva della mostra.

Marina Cescon
Acciaio Arte Architettura 58