Facoltà di Biologia e Biomedicina dell’Università di Padova

Location: Padova
Designer: Progettista: Mario Botta Architetto
Project: Progetto: Facoltà di Biologia e Biomedicina dell’Università di Padova
Direzione lavori: Società Veneta Edil Costruzioni S.p.A. (S.V.E.C.), Padova
Località: Padova
Periodo di realizzazione: 2009 – 2014
Ultimazione: 2014
Area intervento: 8'800 m²
Committente: Università di Padova
Imprese costruttrici/Building contractors: Se.Co Srl (Padova); S.V.E.C. SpA (Padova), CLEA S.c. (VE)
Documentazione fotografica/Photos: Mario Botta Architetto, fotografie di Enrico Cano, fotografia interno di Lucio Bonafede
Gli interventi di architettura contemporanea a Padova hanno seguito percorsi diversi e frammentati nel tempo: fra gli esempi va ricordato il monumento di Daniel Libeskind “Memoria e Luce” in ricordo delle vittime della tragedia dell’11 Settembre 2001. La struttura luminosa, in prossimità del Piovego, realizzata in vetro e acciaio, ingloba i resti di una trave […]

Gli interventi di architettura contemporanea a Padova hanno seguito percorsi diversi e frammentati nel tempo: fra gli esempi va ricordato il monumento di Daniel Libeskind “Memoria e Luce” in ricordo delle vittime della tragedia dell’11 Settembre 2001. La struttura luminosa, in prossimità del Piovego, realizzata in vetro e acciaio, ingloba i resti di una trave lunga 6 metri ed originaria del World Trade Center di New York e donata dalla città statunitense alla Regione Veneto, dopo essere stata in mostra al padiglione americano della Biennale d’Arte di Venezia del 2002.

Fra gli altri progetti: l’intervento dell’architetto Gino Valle per la cittadella della giustizia nei pressi della stazione ferroviaria, ed il centro direzionale per il settore della comunicazione, degli affari e della moda “NET Center” di Aurelio Galfetti. Di quest’ultimo progetto la particolare torre di 20 piani, alta 82 metri, “North East Tower” – facilmente identificabile per la forma torta e per l’intenso cromatismo rosso dei frangisole che proteggono l’intera superficie vetrata – costituisce dal 2005 il landmark per tutta la zona di Padova Est, nuova porta di accesso orientale al centro della città. Per Abano (Padova) va ricordato l’intervento del parco termale con residenze, attività direzionali e commerciali e la biblioteca civica su progetto dell’architetto Paolo Portoghesi.

L’università di Padova ha promosso un percorso meno frammentato, promuovendo una serie di interventi mirati alla costruzione di edifici universitari ed alla redazione di piani di sviluppo urbano delle strutture a sussidio (residenze universitarie, attività di supporto) che hanno visto coinvolti celebri progettisti internazionali.

Il recente intervento di Mario Botta per la facoltà di biologia e biomedicina dell’Università di Padova, inaugurato nel 2014, testimonia questa ricerca e ne costituisce tassello fondamentale.

Il nuovo complesso sorge sull’area che l’Università e il Comune di Padova hanno destinato alla realizzazione di un campus universitario all’interno della città, una moderna cittadella per gli studenti. Il progetto presenta un impianto ad andamento curvo da cui si staccano i volumi disposti a raggiera e rivolti verso il nuovo parco denominato “Parco Europa”. L’edificio è costituito da un piano interrato con circa 100 posti auto e servizi tecnici e da cinque piani fuori terra che ospitano i laboratori e le aule per la didattica.

L’arioso ingresso immette direttamente nel cuore dell’edificio, caratterizzato da un vuoto che si articola su più livelli ed illuminato dal grande lucernario.

Chiara Centineo
Acciaio Arte Architettura 60