Contenuti Premium

Il giardino all’improvviso

Location: Como
Designer: Arch. Valerio Cozzi
Committente: Nexity Como Astorya S.r.l.
Progetto dell’edificio: arch. Giovanni Dell’Oca, Como
Opere da fabbro: Fusaro Mario S.r.l, Seveso (MI)
Foto: Valerio Cozzi, Filippo Fusaro
La filosofia del progetto: un piccolo cavedio, 36 m2. Un giardino da vedere. Un giardino all’improvviso fatto di piante d’ombra, pietra e metallo.

La filosofia del progetto: un piccolo cavedio, 36 m2. Un giardino da vedere. Un giardino all’improvviso fatto di piante d’ombra, pietra e metallo. Giustificare la presenza di “vegetazione” nata non si sa come al primo piano di un edificio, su di una soletta di cemento armato, sovrastata da alte mura, è un “gioco” bellissimo. L’architetto Cozzi ha immaginato le felci (tra le prime a “vagabondare” in uno spazio umido e ombroso). Piante primordiali che hanno visto i dinosauri. E allora, tra le felci sempreverdi spunta un uovo deposto tra il Triassico Superiore e il Cretaceo… nessuno lo sa con precisione perché al guscio e al suo contenuto si sono sostituite nel tempo lamine d’acciaio basso legato, il “famigerato” acciaio corten. Sarà forse quel po’ di rame e di nichel a renderlo per una volta veramente speciale? La piccola area a disposizione è una scenografia divisa in due parti per regolare lo spazio a disposizione dei due uffici che vi si affacciano. Ma è anche uno spazio fatto per prendere aria, per spezzare la giornata di lavoro. Diviso ma non oscurato, da un treillage di ferro verniciato che poggia su una “cascata” di rocce di quarzite di Barge. La cascata da vita al fiume pietroso che cinge il nido ellittico di felci.

Caratteristiche tecniche della scultura “Uovo”:

Costruzione geometrica: ovolo dato l’asse minore. Dimensioni: inscritto in un parallelepipedo di mm 1800x1500x1500; Materiale: Acciaio corten passivizzato, spessore lamiere: mm 3. Costruzione: Costruito su disegno, tagliato a macchina a controllo numerico (taglio plasma ad alta definizione) e assemblato a mano in due parti distinte, fissate in opera.

Marzia Urettini
Acciaio Arte Architettura 60